Per l’export del vino italiano Stati Uniti, Germania e Uk sono i mercati più importanti, in termini di valore e volume. Eppure, se guardiamo il prezzo medio al litro che i nostri vini si permettono oltre confine, la classifica è completamente diversa.

Il gradino più alto va ad Hong Kong, con ben 9,04 euro al litro, seguito da Singapore, a 7,53 euro, e dalla Svizzera, a 6,08 euro. Seguono Corea del Sud , Norvegia, Canada, Danimarca, Usa,Svezia e Finlandia. Una classifica, guidata dai mercati asiatici e nordeuropei. Sopra la media, anche Cina (3,59), Giappone (3,48) e Belgio (3,28).

Il miglior approdo per le nostre bollicine, a sorpresa, invece, è l’Olanda, dove un litro di sparkling wine made in Italy spunta 6,14 euro al litro, seguita da Hong Kong, con 6,12 euro, e Singapore con 5,31. A seguire Svizzera, Canada, Belgio, poi Giappone, Norvegia, Spagna ed Irlanda.