Ai cinesi piace il cibo italiano. Secondo la Coldiretti, nel 2015 le esportazioni di prodotti agroalimentari Made in Italy in Cina hanno superato abbondantemente i 400 milioni di euro, evidenziando un incremento del 22% nell’anno. Si aprono – sottolinea la Coldiretti – ulteriori e grandi prospettive di crescita nel gigante asiatico dal protocollo sui requisiti fitosanitari per l’esportazione di agrumi italiani e dal memorandum d’intesa in materia di qualità dell’olio di oliva firmati a Pechino dal Ministro delle Salute Beatrice Lorenzin per contro del Ministero delle Politiche Agricole. Il prodotto Made in Italy più esportato in Cina fino ad ora è il vino, ma anche olio di oliva e ortofrutta sono settori con grande potenzialità.