Facebook Shops, così si chiama la nuova funzionalità che consente alle Pagine di vendere sia su Facebook sia su Instagram.
E’ iniziata l’era del social commerce, nella quale anche le più piccole attività potranno sperimentare l’opportunità di vendere online e sui social senza investire grandi quantità di denaro. ma con semplici passi giungere direttamente al cliente finale senza uscire neanche dall’App.

Ma come funziona?

Come spiegavo prima l’intento i Facebook Shops sono stati pensati per aiutare le aziende a creare il proprio negozio online in modo semplice e gratuito ( in questa fase iniziale ).
Le aziende o anche gli store già presenti online con un e-commerce possono scegliere i prodotti da inserire nel loro catalogo o importare direttamente un database con i prodotti. Sono infatti già alcune le piattaforme e-commerce che supportano tale funzionalità come : Shopify, WooCommerce, ChannelAdvisor, CedCommerce, Cafe24, Tienda Nube e Feedonomics.
Il passo successivo è quello di personalizzare il design del negozio con un’immagine di copertina e con colori che rimandano al proprio brand. Detto molto semplicemente chiunque voglia proporsi nella vendita online, indipendentemente dalla dimensione della sua azienda o dal budget, lo potrà fare in modo molto rapido raggiungendo i propri clienti.

In sostanza, sarà possibile trovare i Facebook Shops su qualsiasi pagina o profilo aziendale di Instagram, infatti non servirà attivare un nuovo tipo di contenuto ma sarà integrato come funzionalità all’interno delle pagine, da cui sarà possibile sfogliare il catalogo dei prodotti e completare l’acquisto.

Un altro aspetto importante della galassia Facebook è che quando si vorrà chiedere un aiuto ad un commesso nei Facebook Shops sarà possibile farlo attraverso le altre applicazione proprietarie come Messenger e WhatsApp. Insomma tutto fa presagire che nel prossimo futuro le vendite passeranno attraverso i social.

Una riflessione doverosa

Questo strumento sarà sicuramente il trampolino di lancio per tantissime micro-attività che prima non osavano nemmeno avvicinarsi al mondo online. Il mio dubbio rimane uno solo, mi chiedo se succederà come per Amazon e Booking, che come sappiamo sono macchine perfette di vendita ma che hanno dietro un costo finale altissimo per il venditore.
Giganti del web come loro sanno benissimo che se possiedi l’interfaccia, se possiedi tutti i dati, alla fine diventi proprietario sia del cliente che del venditore, e diventa difficile se non impossibile svincolarsi da questo sistema. Il mio suggerimento finale rimane quindi di guardare e di utilizzare questo strumento come ulteriore canale di vendita ma rimanere indipendente allo stesso tempo da esso.

Conclusioni 

E tu hai sentito parlare dei Facebook Shops? Lasciaci un commento o scrivici se vuoi sapere come fare ad attivare questa funzionalità e vendere subito online.